D.Lgs. 231 dell’8/6/2001

Il decreto legislativo n. 231 dell' 8 giugno 2001, meglio definito come "Disciplina della Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica" introduce per tutti i soggetti che esercitano l'attività d'impresa, tranne per l'imprenditore individuale, un nuovo genere di responsabilità rispetto a quella semplicemente penale ed amministrativa.
A seguito della commissione per specifici reati da parte di soggetti da loro dipendenti, esso prevede una diretta responsabilità con la conseguente applicazione di sanzioni di carattere:

  • pecuniario
  • amministrativo
  • interdittivo

Considerata la difficoltà nel controllare i soggetti dipendenti, è stata prevista una presunzione assoluta di irresponsabilità per l'ente, stabilendo, peraltro, l'esclusione dell'osservanza degli obblighi di direzione e vigilanza qualora vi sia stata la preventiva adozione ed efficacia attuazione di un modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire i reati presupposti, ad esempio, attraverso l'adozione di regolamenti interni.

DETTAGLIO FASI CONSULENZA


ASA S.r.l. è in grado di fornire un qualificato servizio di consulenza ed assistenza attraverso un Progetto di Modello Organizzativo per la Responsabilità Amministrativa che consente di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Individuare le attività nel cui ambito possono essere commessi reati
  • Prevedere specifici protocolli diretti a programmare la formazione e l'attuazione delle decisioni dell'azienda in relazione ai reati da prevenire
  • Definire un modello di gestione organizzativo idoneo ad impedire la commissione dei reati
  • Introdurre un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter