6
02/17

9° Bando per la Concessione di Agevolazioni Finanziarie alle Piccole Imprese per Interventi in Aree di Degrado Urbano e Sociale – Città di Bari

Finanza

FINALITÀ

Sviluppare progetti imprenditoriali di piccole imprese in aree di degrado urbano e sociale della città.

BENEFICIARI

Imprese esistenti o da costituire - nell’arco di 90 giorni dalla data dell’eventuale ammissione al contributo – appartenenti alle seguenti categorie:

  • Piccole imprese
  • Cooperative di produzione e lavoro
  • Cooperative sociali

Possono essere ammesse a finanziamento le seguenti attività economiche e produttive, purché aventi sede fissa e svolte in locali di cui almeno uno al pianterreno, aperti al pubblico e con accesso e affaccio diretto alla strada:

  • commercio al dettaglio di vicinato;
  • artigianato;
  • somministrazione di alimenti e bevande;
  • strutture turistico-ricettive;
  • servizi al cittadino ed alle imprese in genere ed attività di agenzia di affari.

TERMINI DI PRESENTAZIONE

La domanda potrà essere presentata dal 02/02 entro e non oltre il 03/06/2017.

LOCALIZZAZIONE

Gli interventi devono essere localizzati all’interno delle aree urbane della Città di Bari di seguito elencate:

         1.    TAV 01 – CUM – PMP1/ rif. DPP: CUPM:

L’area è delimitata: 

  • a nord da Via Aurora
  • a ovest, partendo da nord, dal perimetro dell’edificio adiacente viale Caravella, quindi strada Catino
  • a sud dal perimetro dell’edificato ovvero 4° strada Torricella
  • a est da via Iqbal Masih ricomprendendo l’edificato fra tale strada e via Gregorio Ancona, quindi via Nicholas Green a salire fino a ricomprendere l’edificato attorno al “Giardino Peppino Impastato” e quello lungo via dei Narcisi.

          2.    TAV 02 – CUVC – TMC1/ rif. DPP CUVC - C:

         L’area è delimitata:


  • A nord dalla fascia costiera
  • A ovest dal confine comunale con il Comune di Giovinazzo
  • A sud dalla linea ferroviaria fino alla S.P. 91 quindi ricomprendendo l’edificato di via Leonardo del Turco, il perimetro dell’edificato del quartiere di Palese e la zona ricompresa tra i binari della Ferrotranviaria e la strada di raccordo tra la tangenziale e viale Gabriele D’Annunzio raccordandosi infine con i binari
  • a est con lungomare IX maggio.

3.    TAV 03 – CUM – PMP2 e CUC - P/ rif. CUICP - CUPM:

   L’area è delimitata:

partendo da ovest procedendo verso nord lungo la S.P. 54, costeggiando l’edificato a partire da via Francesco Paolo Troccoli oltrepassando viale Europa fino all’Interporto (escluso) quindi a sud in via Giuseppe Degennaro e quindi in direzione sud ovest seguendo le vie Maestri del Lavoro, Saverio Milella, chiudendo infine il perimetro seguendo il confine comunale.

4.   TAV 04 - CUVC – MR 2/ rif. CUVC

   L’area è delimitata:

  • a nord dalla costa;
  • a ovest fino a ricomprendere la Fiera del Levante;
  • a sud fino a ricomprendere le Piscine Comunali;
  • a est fino al Lungomare seguendo via Giuseppe Verdi verso sudest, via di Maratona verso sud, largo Mohamed Taher Pacha, via Mario Bisignani e infine viale Vittorio Emanuele Orlando.

5.   TAV 05 - CUM – PP e CP - AT/ rif. CUPPr e CPA

   L’area è delimitata:

  • a nord fino ai binari;
  • a ovest costeggiando la Zona A.S.I.;
  • a sud lungo via Martiri delle Foibe;
  • a est fino a via Bitritto quindi verso nord seguendo via Giuseppe Tatarella.

6.    TAV 06 - CUS – IS / rif. CUIS (parte) e CUCP (parte)

L’area è delimitata:

  • a nord dalla costa;
  • a ovest da via Abbrescia;
  • a sud dai binari delle FF.SS.;
  • a est da via F.lli Rosselli.

          7.   TAV 07 - CP - AC / rif. CPAC (parte)

L’area è delimitata:

  • a nord dalla costa;
  • a ovest da via F.lli Rosselli;
  • a est fino all’innesto fra via Giovanni di Cagno Abbrescia e via Alfredo Giovine; e si ricongiunge a sud con l’area di Japigia, di colore “celeste”, delimitata:
    • a ovest dai binari delle ferrovie S.E.;
    • a sud dalla circonvallazione;
    • a est dalla linea che congiunge lo svincolo di Japigia della circonvallazione ai binari delle FF.SS.;
    • a nord dagli stessi binari delle FF.SS..

8.   TAV 08 - CP - IP / rif. CPi-C

L’area è delimitata: 

  • a nord dalla costa;
  • a ovest dall’innesto tra via Giovanni di Cagno Abbrescia e via Alfredo Giovine;
  • a sud dai binari;
  • a est dall’incrocio tra Str. Della Marina (in corrispondenza all’incirca del civ. 12) procedendo in direzione sud fino ai binari.

9.   TAV 09 - CUVC – TMC / rif. CUIScm - C e CUVC – C

L’area è delimitata: 

  • a nord dalla costa;
  • a ovest dall’incrocio tra Str. Della Marina (in corrispondenza all’incirca del civ. 12 procedendo in direzione sud fino ai binari;
  • a sud seguendo i binari;
  • ad est partendo dall’incrocio tra via Fontana Nuova e via Trulli (Torre a Mare) procedendo verso sud (edifici su entrambi i fronti della strada) fino alla Strada Complanare Est, quindi verso est ricomprendendo l’edificato tra via Coppa da Bari, la Strada Complanare Est e la Circonvallazione.

10.TAV 10 - CUC – TM, CUM – OP, CUM PMP 3, CUS CS 3 / rif. CUC, CUNA, CUP, CUPM, CRO, CUP

L’area è delimitata:

  • a nord da str. Vicinale Carducci e str. Vicinale Vassallo fino al Teatro di Cagno;
  • a ovest dall’edificato di entrambi i fronti di via Giulio Petroni fino a viale Gennaro Trisorio Liuzzi compreso, quindi dall’edificato di via Rosario Livatino ed adiacenti, l’edificato di via Antonio de Curtis, via Fratelli de Filippo, contrada Perrigni, str. Lama del Duca, il quartiere adiacente la Parrocchia Santa Rita fino a giungere e ricomprendere il quartiere di Ceglie del Campo ricomprendendo a ovest l’edificato adiacente la S.P. 183;
  • a sud dalle campagne adiacenti via Vittorio Veneto e Strada Lamia fino a Traversa Monacelli fino all’incrocio tra la S.P. 49 e i binari;
  • a est dall’edificato fino alle vie Ada Negri e Angelantonio Quaranta, quindi risalendo verso nord ricomprendendo le campagne adiacenti via della Ferrovia, strada della Vela, strada Giardinelli, strada La Grava, via Martinez e infine l’edificato adiacente Alberto Russo Frattasi fino al Circolo Tennis.

 11.TAV 11 - CUVC – MR 4 / rif. CUVC

 L’area è delimitata: 

  • a nord strada Massimini Losacco, via Luigi Luzzatti, viale Einaudi fino alla scuola d’infanzia comunale poi verso sud per due isolati e verso est lungo i confini delle proprietà escludendo gli edifici lato sud di via Nicola Straziota, via Fanelli verso sud, via Demetrio Marin, via Junipero Serra, via Pietro Leonida Laforgia oltrepassando via Amendola e costeggiando a nord l’Executive Center svoltando a sud in corrispondenza di via Vittorio Lenoci;
  • a est procedendo verso sud dall’incrocio con via Lenoci fino al Campus X Bari “Terra di Puglia” poi verso est fino ai binari, procedendo verso sud fino alla circonvallazione procedendo ancora verso sud ricomprendendo la zona AS-B del PRG;
  • a sud-est seguendo i binari e ricomprendendo a nord l’area Ikea fino a strada Crocifisso, quindi a nord fino alla S.S. 100, quindi a ovest ricomprendendo la zona residenziale di via A. Carrante;
  • a sud seguendo la circonvallazione in direzione ovest fino al teatro di Cagno (escluso) quindi a nord fino a ricongiungersi a via Osvaldo Marzano a ovest;
  • a ovest seguendo in direzione nord via Marzano.

 12.TAV 12 - CUM – PMP 4

L’area comprende l’intero nucleo residenziale di Loseto tipizzato dal P.R.G. ad interesse ambientale A2, oltre alla zona di “167”.

13.TAV 13 - Denominazione: CUVC – MR 1

 L’area è delimitata:

  • a nord dal mare;
  • a ovest dalla Lama Balice.
  • a sud dai binari e dalla tangenziale;
  • a est dal Canale Lamasinata.

          14.TAV 14 - LIBERTÀ

L’area è delimitata: 

  • a nord dal lungomare V. Veneto e da via P. Oreste;
  • a ovest da via Tommaso Fiore;
  • a sud dalla linea ferroviaria;
  • a est da via Quintino Sella e via Carducci.

          15.TAV 15 - PICONE-CARRASSI-S.PASQUALE

L’area è delimitata: 

  • a nord dalla linea ferroviaria dello Stato;
  • a ovest dalle linee ferroviarie calabro-lucane;
  • a sud da via Papa Giovanni XXIII, viale G. Di Vittorio, via Orabona e via Cotugno;
  • a est dalla linea ferroviaria sud-est.

16.TAV 16 - AREA S. NICOLA

L’area è delimitata: 

  • a nord C.so Vitt. Veneto, C.so De Tullio;
  • a ovest P.zza Massari e P.zza Federico II di Svevia;
  • a sud C.so Vitt. Emanuele;
  • a est Lungomare Imperatore Augusto.

  È stralciata ed esclusa l’intera area Murat, compresa via Sparano, delimitata:

  • a nord da C.so Vitt. Emanuele;
  • a est da Via Abbrescia;
  • a sud dalle Ferrovie S.S.;
  • a ovest da via Q. Sella;
  • con l’esclusione su entrambi i lati di C.so Vitt. Emanuele.

SPESE AMMISSIBILI

  • studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori, servizi di consulenza e assistenza (max 10% del programma di investimenti)
  • acquisto brevetti, certificazione di qualità, ricerca e sviluppo
  • opere murarie e/o lavori assimilati
  • impianti, macchinari, attrezzature e arredi nuovi
  • sistemi informativi, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di software
  • introduzione investimenti atti a consentire che l’impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro dipendente, dell’ambiente e del consumatore
  • spese per l’acquisto di beni con locazione finanziaria sostenute nel periodo compreso tra la data della domanda di partecipazione al presente bando e la data di conclusione del progetto.

  Sono escluse dall’agevolazione:

  • l’acquisto dell’immobile
  • le spese relative a beni usati
  • le spese auto fatturate e rimborsi
  • le spese accessorie quali spese notarili, imposte e tasse
  • le spese per l’acquisto di beni di rappresentanza suscettibili di uso promiscuo
  • le spese di gestione (ad es.: spese relative al personale, all’acquisto di materie prime, etc.)

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione potrà coprire il 50% delle spese ammissibili all’agevolazione, al netto dell’IVA, fino a un massimo di 80.000,00 euro e si compone di:

  • contributo a fondo perduto pari al 50% dell’agevolazione (max 20.000 euro)
  • contributo soggetto a rimborso, per un importo pari al restante 50% dell’agevolazione, da restituire in cinque anni al tasso di interesse fisso dello 0,5% annuo, mediante rate semestrali. 

Le agevolazioni verranno concesse nel rispetto dei limiti imposti dalla regola de minimis. 

MODALITÀ DI EROGAZIONE

  • la prima quota consiste in un’anticipazione, nella misura del 40% dell’intera agevolazione
  • la seconda quota, è composta dal saldo del contributo a fondo perduto e dall’intero ammontare del contributo soggetto a rimborso 

RIMBORSO

Il contributo sarà rimborsato in 5 anni, ad un tasso fisso pari a 0,5 punti percentuali, mediante 10 rate semestrali posticipate.

Torna indietro

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter