17
01/17

POR Puglia 14/20 – Azione 1.6 “INNONETWORK” Sostegno alle attività di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi

Finanza

FINALITÀ

Stimolare gli attori coinvolti nelle attività di R&S (provenienti dai settori istruzione/ricerca-innovazione/business) a superare i confini delle traiettorie tecnologiche individuali per realizzare luoghi virtuali in cui implementare filiere tecnologiche integrate.

SCADENZA

La compilazione delle domande è da effettuarsi on-line sulla piattaforma www.sistema.puglia.it
La procedura on line sarà disponibile a partire dalle ore 12:00 del 10 febbraio 2017 sino alle ore 14:00 del 10 marzo 2017.

PROGETTI AMMISSIBILI

Progetti della durata massima di 18 mesi di ricerca collaborativa tra imprese e Organismi di Ricerca riconducibili alle linee di intervento:
  • Ricerca Industriali
  • Sviluppo sperimentale
che prevedano anche la fase di validazione dei risultati conseguiti (realizzazione prototipi, valutazione di trasferibilità industriale).

AMBITI DI RIFERIMENTO

I progetti dovranno:
1.Inserirsi in una delle Aree prioritarie di riferimento nella Smart Puglia 2020:
  • Manifattura sostenibile
  • Salute dell’uomo e dell’ambiente
  • Comunità digitale, creative ed inclusive
2.Riguardare l’utilizzo di una Tecnologie abilitanti (Key Enabling Technologies – KET) censite dall’Agenzia Regionale ARTI che riguardano:
  • Micro e Nanotecnologie
  • Nanotecnologie
  • Biotecnologie
  • Materiali avanzati
  • Produzione e trasformazione avanzate
O altra KET non ancora censita.

3.Essere riferito ad almeno una delle priorità regionali collegate alle sfide sociali:
  • Città e territori sostenibili
  • Salute, benessere e dinamiche socio-culturali
  • Energia sostenibile
  • Industria Creativa (e sviluppo culturale)
  • Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile

LOCALIZZAZIONE

Le iniziative agevolabili devono essere riferite a unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della regione Puglia.
I beneficiari possono sfruttare risultati ottenuti nel territorio nazionale o in altri Stati membri.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Euro 30.000.000,00 di cui:
  • 22.500.000,00 euro per progetti che riguardano l’utilizzo di Key Enabling Technologies – KET già censite dall’Agenzia Regionale ARTI
  • 7.500.000,00 euro per progetti che riguardano l’utilizzo di Key Enabling Technologies – KET non ancora censite

BENEFICIARI

Sono beneficiari del bando le partnership composte da:
  • Almeno 2 Imprese di cui una PMI
  • Almeno 1 Organismi di Ricerca
Tutti i beneficiari devono possedere le seguenti caratteristiche:
  • Essere in regime di contabilità ordinaria
  • Avere almeno un bilancio d’esercizio approvato o Modello Unico con redditi d’impresa dichiarati, regolarmente inviato all’Agenzia delle Entrate (Ditta individuale)
  • (non valido per Start Up Tecnologiche/Innovative e per Spin Off Universitari) Rispettare i seguenti requisiti di idoneità patrimoniale /finanziaria in riferimento a valori relativi all’ultimo bilancio approvato/Modello Unico:
  • (Capitale sociale/Patrimonio Netto)>0,5 nel caso di s.r.l. diverse dalle PMI costituitesi da meno di tre anni
  • (Perdite Cumulate/Fondi propri)>0,5 nel caso di società in cui almeno alcuni soci abbiano la responsabilità illimitata per i debiti della società diverse dalle PMI costituitesi da meno di tre anni
  • (Quota di competenze delle spese di Progetto/Fatturato annuo)<50%
  • (Oneri finanziari Netti Annui/Fatturato annuo)<8%

SPESE AMMISSIBILI

  • Personale 
  • Project manager dipendente (nei limiti del 10% dei costi ammissibili valutati per singolo partner)
  • Ricercatori, tecnici, personale ausiliario (per le attività di Ricerca Industriale le spese per il personale inquadrato come Ricercatore devono coprire almeno il 50% delle spese di tale sottovoce)
  • Quota di ammortamento fiscale di strumentazione, attrezzature ed infrastrutture tecnologiche
  • “Ricerca a contratto” acquisita contrattualmente da terzi (Università, Centri e Laboratori di ricerca pubblici…)
  • Sviluppo e registrazione di brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale (massimo 100.000,00 euro)
  • servizi di consulenza specialistica tra cui spese per addestramento del personale (massimo 10% delle spese ammissibili)
  • Altri costi di esercizio
  • Spese generali (massimo 15% delle spese per personale per attività di Ricerca Industriale e Sviluppo sperimentale per singolo partner)
La somma delle spese generali e degli altri costi di esercizio non potrà eccedere il 18%delle spese ammissibili.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI

Per progetti con costi minimi pari a 300.000,00 euro che soddisfino i seguenti vincoli:
  • Minimo 70% e massimo 90% dei costi totali di progetto sostenuti da imprese
  • Massimo il 50% dei costi totali di progetto sostenuti da una singola impresa
  • Minimo 10% e massimo 30% dei costi totali di progetto sostenuti da Organismi di Ricerca
Le agevolazioni concedibili per un totale massimo di 1.500.000,00 euro sono così strutturate:
1.Per attività di Ricerca Industriale:
  • 80% dei costi ammissibili per micro/piccole imprese
  • 75% dei costi ammissibili per medie imprese
  • 65% dei costi ammissibili per grandi imprese
  • Percentuale massima applicabile tra quelle partecipanti al raggruppamento per Organismi di Ricerca
2.Per attività di Sviluppo Sperimentale:
  • 60% dei costi ammissibili per micro/piccole imprese
  • 50% dei costi ammissibili per medie imprese
  • 40% dei costi ammissibili per grandi imprese
  • Percentuale massima applicabile tra quelle partecipanti al raggruppamento per Organismi di Ricerca

NORMATIVA D RIFERIMENTO

  • AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE – INNONETWORK - SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ DI R&S PER LO SVILUPPO DI NUOVE TECNOLOGIE SOSTENIBILI, DI NUOVI PRODOTTI E SERVIZI pubblicato sul BURP n. 149 del 29-12-2016
  • DGR 26 Ottobre 2016 n.1644 – BURP 128 dell’8 Novembre 2016

Torna indietro

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter